Informazioni personali

La mia foto
Sommacampagna, Verona, Italy

sabato 26 febbraio 2011

Le 10 canzoni più perturbanti


Posto qui quelle che per me sono state, vuoi per il testo, vuoi per il video o perchè ascoltate in certi momenti particolari le 10 canzoni in ordine sparso più inquietanti che ho ascoltato dalla nascita sino ad ora.

"Vidi tutte le persone dietro le loro maschere – ridevano flemmatiche- facce composite- vidi dentro di loro e c’era sofferenza –in ognuno di loro- corpi pallidi- che, senza sosta, si muovevano- lungo una strada tortuosa alla fine della quale c’era solo la tomba." [Edvard Munch]

  1. Enter Sandman - Metallica. Come dimenticare il vecchio rugoso nella camera da letto e il camion che insegue il bimbo nel finale del video e la preghiera:

    Now I lay me down to sleep,
    I pray the Lord my soul to keep;
    If I die before I wake,
    I pray the Lord my soul to take.

  2. One Of These Days - Pink Floyd. Riff incredibile per questa canzone psichedelica, con voce distorta che urla "one of these days I'm going to cut into little pieces", a chi sarà rivolta? Spero non a me.......

  3. White Rabbit - Jefferson Airplane's. Testo psichedelico e cantato angosciante per questa lsd's song, devo confessare che da adolescente ho sempre avuto una cotta per Grace Slick.

    One pill makes you larger
    And one pill makes you small,
    And the ones that mother gives you
    Don't do anything at all.
    Go ask Alice
    When she's ten feet tall.
    And if you go chasing rabbits
    And you know you're going to fall,
    Tell 'em a hookah smoking caterpillar
    Has given you the call.
    Call Alice
    When she was just small.
    When the men on the chessboard
    Get up and tell you where to go
    And you've just had some kind of mushroom
    And your mind is moving low.
    Go ask Alice
    I think she'll know.
    When logic and proportion
    Have fallen sloppy dead,
    And the White Knight is talking backwards
    And the Red Queen's "off with her head!"
    Remember what the dormouse said:
    "Feed your head. Feed your head. Feed your head"

  4. Careful With That Axe, Eugene - Pink Floyd. Atmosfera cupa, per questa canzone accentuata in particolare dal basso; da paura le urla di Roger Waters precedute dal preoccupante avvertimento dello stesso bassista che sussurra "attento con quell'ascia, Eugenio"

  5. Wake Up - Umbra Et Imago. Un film dell'orrore, una canzone che contiene cannibalismo, necrofilia, vampirismo, assulutamente da evitare per i deboli di cuore e per le anime sensibili, assolutamente da ascoltare invece per i più malsani di voi.

    Wake up darling
    look in my empty eyes
    See the fright in my soul
    I watched you cloesly in your sleep
    So quiet, so peaceful
    I cried for you and ate my skin

    Wake up tonight (why do
    you kill me softly, I
    feel loosing you)

    A nightmare pains me
    see my smile, it comes deep within
    Its for you
    wake up make love with me
    I want to squander myself on you
    I wanna kill myself for you

    Wake up tonight

    Wake up, my scream shall
    make your hands hot
    wake up
    Wanna look in your
    eyes, move your body
    speak with me
    Touch me, touch my hand
    look into my empty eyes
    Wake up darling
    ride through the night with me

    Wake up tonight

  6. Black Sabbath - Black Sabbath. Pioggia battente, lugubri rintocchi di campana, un oscuro maniero e un losco figuro, tremo dalla paura solo a scrivere queste righe e a pensare alla cover dell'album; sicuro che quello che chiama è satana in persona.

  7. No One Is There - Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows. Nulla si sa riguardo Anna Varney e il suo tormentato passato, quel che si può dire è che riesce a trasporre in musica tutte le sue sofferenze, ed ogni ascolto di questa canzone e dei suoi album è un taglio al cuore.

  8. Senza Una Risposta - Canaan. Bellissimo pezzo, che trasuda abbandono, disillusioni e melanconia, tra le mie canzoni preferite.

    Dove sarò domani ?
    Nel cuore di nessuno
    o tra le braccia di qualcuno

    Cosa farò domani ?
    Andrò tra la gente
    che vuole nel presente
    un senso di distanza

    Sai che farò domani ?
    Sarò trasparente
    Indietro di un istante
    solamente

    La vita morde forte alle spalle
    e quando sorride
    fa soltanto del male
    Inganna, confonde, poi ti mente
    accarezza poi disprezza
    cancella tutto quando vuole
    senza darti una risposta
    senza darti un'altra volta
    La vita morde forte alle spalle
    e quando sorride
    fa soltanto del male

    Dove sarò domani ?
    Nel cuore di qualcuno
    o tra le braccia di nessuno

    Cosa farò domani ?
    Lascerò a questa gente
    il mio senso di abbondanza
    che non mi serve a niente

    Sai che farò domani ?
    Inseguirò il mio presente
    facendo finta di niente

    E questa vita
    morde forte alle spalle
    cancella solo quando vede
    distrugge solo quando vuole

  9. Sonata Al Chiaro Di Luna - Ludwig Van Beethoven. Una lacrima scende dal mio viso.

  10. Sanctus - Lacrimosa. Fatela suonare nel giorno del mio funerale; ovviamente nella versione dei cantori di Ginevra, lunga vita ai Lacrimosa.


E quali sono le vostre dieci?

giovedì 14 agosto 2008

Dove sarò domani


Dove sarò domani ? Nel cuore di nessuno o tra le braccia di qualcuno Cosa farò domani ? Andrò tra la gente che vuole nel presente un senso di distanza Sai che farò domani ? Sarò trasparente Indietro di un istante solamente La vita morde forte alle spalle e quando sorride fa soltanto del male Inganna, confonde, poi ti mente accarezza poi disprezza cancella tutto quando vuole senza darti una risposta senza darti un'altra volta La vita morde forte alle spalle e quando sorride fa soltanto del male Dove sarò domani ? Nel cuore di qualcuno o tra le braccia di nessuno Cosa farò domani ? Lascerò a questa gente il mio senso di abbondanza che non mi serve a niente Sai che farò domani ? Inseguirò il mio presente facendo finta di niente E questa vita morde forte alle spalle cancella solo quando vede distrugge solo quando vuole


video

mercoledì 6 agosto 2008

Tramonti - Paul Verlaine



Un'alba estenuata
sparge per i campi
la malinconia
dei soli morenti.
La malinconia
culla con dolci canti
il mio cuore in oblìo
nei soli morenti.
E strani sogni,
simili a soli
che muoiono sui greti,
fantasmi vermigli,
sfilano senza tregua,
sfilano, simili
a grandi soli
che muoiono sui greti.

giovedì 29 maggio 2008

Insonnia da melanconia



Vi capita mai, prima di addormentarvi di farvi prendere dalla melanconia, quello stato d'animo pervaso da una leggera venatura di tristezza un dolce oblio che pervade il nostro carattere rendendolo sensibile all'introspezione. Iniziate a pensare a degli amici che avete trascurato, o magari conosciuto in qualche vacanza, e vi eravate promessi di non lasciar cadere nel dimenticatoio questa amicizia, e che invece regolarmente due estati dopo ignorate dove avete lasciato l'agendina con il numero di cellulare; oppure iniziate a pensare a quella ragazza che vi aveva sorriso ad una festa dieci anni fa e rimpiangete il fatto che eravate ubriachi come gonzi e non vi siete accorti di quanto era carina, oppure iniziate a pensare a tutto il tempo che avete sprecato durante la vostra vita, a quello che avreste potuto fare e non avete fatto; immaginate di vedere centinaia di casse giù da una rupe tutti i giorni, poi incuriositi scendete aprite una cassa e la trovate vuota, ne aprite un'altra, pure questa vuota; ancora una, anche questa vuota e cosi via tutte vuote; allora incuriositi chiedete ad un ometto li vicino il perchè di tutte queste casse vuote e lui vi risponderà che quelle casse contengono tutto il tempo che avete sprecato nella vostra vita.

Per tutti quelli che come me passano certe notti pervase dalla melanconia aggiungo questa stupenda canzone nel link del titolo, e parafrasando Thomas Gray aggiungo:

"La melanconia mi volle a sé devoto"

domenica 25 maggio 2008

Islanda dreaming


..... un giorno io verrò.
Islanda terra di fuoco e ghiaccio, ecco un'immagine della fortezza oscura o se preferite Dimmu Borgir.
Che sia l'entrata per l'inferno?
Non lo so ma intendo scoprirlo ben presto....

venerdì 23 maggio 2008

Therion - The Siren of the Woods

Enuma ilu awiluma
Ardu Shamash apkallu baru
Nergal ina ramanisu
Annu ki-utu-kam ilu

Parak simati
Muballit mitte
Nergal allatu mellamu mesaru
La tapallah Annuaki
Kettu Puluthu qillatu

Erset la tari eimmu
Ina ramanisu melammu
Baru dinau
Allatu Nergal
Sar kissati

Nergal allatua
Allatu Adapa
Ina ramaniusue


Translate from Akkadian:

When God's human being
Shamash's slave, wise men, saw
Nergal in himself
This Earth-stomped land became God's.

At a decent throne
Of life and death
Nergal comes glowing,
Not stopping at Senior Gods
As he was fear's bride.

In the land with no return
In it's glory
The look upon judgement
Gave birth to Nergal
The king of underground.

Nergal was born,
Adapa suffered,
of what was in himself